Nei Dintorni

Cattedrale-SantAntonio-Abate-300x225

Qui potete vedere alcuni posti meravigliosi che sono vicini a casa nostra.

La Sardegna non è solamente mare, coste e estate, è una terra meravigliosa da rispettare e da amare, un museo a cielo aperto e una regione piena di antiche tradizioni e costumi.


Transfer_Castelsardo

Castelsardo si affaccia al centro del Golfo dell’Asinara, nella regione storica dell’Anglona nel nord della Sardegna, in un susseguirsi di coste rocciose trachitiche con piccole insenature, con l’eccezione della spiaggia di Lu Bagnu. Grazie a questa posizione la località, oltre ad essere esposta ai venti, gode di un panorama unico spaziando su tutte le coste del golfo, comprese quelle della Corsica.

 

 

roccia-dell-elefante

La roccia dell’Elefante è un grosso masso trachitico e andesitico, dal forte color ruggine, notevolmente eroso dagli agenti atmosferici che gli hanno conferito il singolare aspetto di un pachiderma seduto. La roccia, che ha un’altezza di circa quattro metri, si trova nel comune di Castelsardo in località Multeddu, al km 4,3 della SS 134 che collega il suddetto comune a Sedini. Originariamente il masso faceva parte del complesso roccioso di monte Castellazzu dal quale si distaccò rotolando a valle.Oltre ad una certa importanza turistico-paesaggistica, la roccia dell’Elefante riveste anche una notevole rilevanza archeologica per le due domus de janas, risalenti al periodo prenuragico, che sono ospitate al suo interno.

 

Isola rossaIsola Rossa, nato come villaggio di pescatori è diventato un importante località turistica della  Sardegna di nord-ovest. Il nome Isola Rossa deriva dall’isoletta di roccia rossastra (in modo evidente al tramonto); che le sorge davanti, dove nidificano cormorani e gabbiani. Nel promontorio dell’Isola Rossa si può ammirare ancora in buono stato, una torre Aragonese. La località di Isola Rossa è attorniata da tre bellissime spiagge di sabbia bianca finissima: la spiaggia Longa, la spiaggia di li Femini così chiamata perché prima dell’avvento del turismo le donne prendevano il sole e i bagni separate dai maschi e La Marinedda a 500m. ca. Recentemente è sorto  un moderno porto turistico ben inserito nel paesaggio, con tutti i servizi per il diporto.

Stintino

Il comune di Stintino insiste sulla omonima penisola, ultimo lembo di terra sarda che dalla piana della Nurra si protende verso l’isola dell’Asinara, situata a breve distanza. Quest’ultima ospita il Parco Nazionale dell’Asinara, istituito nel 1997, e per il quale Stintino rappresenta l’imbarco più prossimo.Il litorale verso il Mar di Sardegna viene chiamato mare di fuori, ed alterna scogliere e cale di sabbia e sassi al termine di piccole valli, come Biggiu Marinu (ovvero Bue marino, nome sardo della Foca monaca), conosciuta anche come Valle della Luna, Coscia di Donna e Cala del Vapore. La principale attrattiva turistica è la spiaggia de La Pelosa, collocata nell’estremo lembo nord-occidentale della Sardegna, ed affacciata sul Golfo dell’Asinara e sull’omonima isola; è contraddistinta da una sabbia bianca finissima e dal mare azzurro-turchese dal fondale molto basso.

Baia Ostina, Le Saline, l’Argentiera e le Grotte di Nettuno son altri Luoghi bellissimi che potrete visitare e godervi durante il vostro soggiorno al B&B MARCOS

casa 00 casa 00 casa 00 casa 00

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi